Confesercenti Sassari

MICROCREDITO 2013: DAL 18 GIUGNO LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

10 giugno 2013

La Regione Sardegna ha previsto la realizzazione di interventi di microcredito nell'ambito del Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013. L’Assessorato del Lavoro ha inteso incrementare le risorse del Fondo, la cui dotazione attuale, è stabilita in 65.500.000,00 euro.  IL Fondo Microcredito FSE, ha l’obiettivo primario di sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali, ovvero la realizzazione di nuovi investimenti  nell’ambito di iniziative già esistenti, da parte di categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito e in  condizione di svantaggio. IMPORTO MASSIMO 25.000 euro a tasso zero. Presentazione delle domande dal 18 giugno 2013.

BENEFICIARI 

Sono considerati soggetti ammissibili alla presentazione delle proposte i soggetti che per condizioni soggettive e  oggettive si trovino in condizione di difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito e che vogliano avviare una nuova iniziativa imprenditoriale in Sardegna o realizzare un nuovo investimento nell’ambito di iniziative  esistenti ubicate all’interno di unità locali presenti nel territorio regionale. 

Riguardo le condizioni soggettive si specifica che le proposte potranno essere presentate da: 

  • • soggetti a rischio di esclusione sociale (lavoratori over 50, giovani disoccupati o inoccupati, cassa integrati); 

  • • cittadini che non usufruendo di altre sovvenzioni pubbliche o indennità di disoccupazione e/o mobilità si  trovino in condizioni di disoccupazione o inoccupazione ; 

  • • donne; 

  • • soggetti svantaggiati così come individuati dalla L.R. 22 aprile 1997 n.16 art 24 tra cui, a titolo esemplificativo  i soggetti diversamente abili, migranti, ex detenuti, ex tossicodipendenti, ecc.); 

  • • famiglie monoparentali; 

  • • coloro che non posseggano un diploma di scuola media superiore o professionale; 

  • • nuovi imprenditori (inclusi i titolari di impresa da non più di 36 mesi all’atto di presentazione della  domanda); 

  • • Per le società, i requisiti soggettivi devono essere posseduti da uno o più soci che nel complesso detengono il 51% delle quote sociali e uno o più di questi stessi soci devono essere amministratori della Società.

Riguardo le condizioni oggettive si specifica che le proposte potranno essere altresì presentate da: 

  • • le microimprese costituende o già costituite - aventi forma giuridica di ditta individuale, società di persone, società a responsabilità limitata operanti nei settori ammissibili; 

    • • le cooperative (di tipo A e B) costituende o già costituite operanti nei settori ammissibili; 

    • • le piccole imprese da costituire operanti nei settori ammissibili; 

    • • organismi no profit e operatori del privato sociale con posizioni nuove o non consolidate sul mercato operanti nei settore dei servizi sociali alla persona.

     

PROPOSTE FINANZIABILI E SETTORI PRIORITARI 

Sono da considerarsi prioritarie le proposte che rientrano nelle seguenti categorie di attività: 

  • • turismo (alloggio, ristorazione, servizi); 

  • • servizi sociali alla persona; 

  • • tutela dell’ambiente; 

  • • ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione); 

  • • risparmio energetico ed energie rinnovabili; 

  • • servizi culturali e ricreativi; 

  • • servizi alle imprese (incluse le consulenze di tipo gestionale, scientifico e tecnico) 

  • • manifatturiero; 

  • • commercio di prossimità; 

  • • artigianato. 

 

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 

I finanziamenti concessi saranno erogati ai destinatari sotto forma di mutui chirografari con le seguenti caratteristiche: 

  • Durata massima: 60 mesi. 
  • Tasso applicato: 0% 
  • Tasso di mora: In caso di ritardato pagamento, si applica al Destinatario un interesse di mora pari al tasso legale. 
  • Rimborso: In rate costanti posticipate mensili, con decorrenza sei mesi dalla stipula del contratto, o 18 mesi per le imprese costituende all’atto della presentazione della domanda. 
  • Modalità di pagamento: Rimessa diretta con addebito sul conto corrente (RID). 
  • Garanzie: Al momento dell’istruttoria della domanda di finanziamento non saranno richieste garanzie reali, patrimoniali e finanziarie, fatta eccezione per le società a responsabilità  limitata. e le cooperative a responsabilità limitata alle quali potranno essere richieste  garanzie, di tipo personale, anche collettive (parziali o in solido). 

 

SPESE AMMISSIBILI 

saranno considerate ammissibili al finanziamento dell’iniziativa MICROCREDITO FSE le spese afferenti ai progetti presentati coerentemente con le indicazioni fornite dagli artt. 3, 4, 5 dellAvviso, tra cui: 

  • • le spese di funzionamento e di gestione, le spese per l’occupazione di nuove risorse umane e le spese  generali conseguenti all’avvio di una nuova iniziativa imprenditoriale o alla realizzazione di un nuovo  investimento nell’ambito di iniziative esistenti; 

  • • le spese per risorse umane inerenti oneri e retribuzioni sono ammissibili solo qualora su quella risorsa umana  non siano già stati concessi sgravi contributivi (es.: legge 407/90, legge n.68/99 ), o bonus assunzionali in base a leggi nazionali o regionali o a progetti a finanziamento statale e/o regionale (es.: Progetto A.R.C.O),  nel periodo di durata del finanziamento affinché non sussistano delle sovrapposizioni di finanziamento per la  medesima unità lavorativa;

 

  • • le spese per investimenti fissi limitatamente a macchinari, impianti, attrezzature, mezzi mobili, opere  murarie per adeguamento e messa a norma degli opifici, direttamente connesse all’attività d’impresa. 

 

Sono escluse dal finanziamento le spese relative a mezzi di trasporto merci su strada da parte di imprese che effettuano il trasporto di merci su strada per conto terzi. 

 

L’acquisto di autovetture/ automezzi è ammissibile limitatamente ai mezzi strettamente funzionali all’attività d’impresa. 

 

Tutte le spese dovranno essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda. 

In caso di approvazione della domanda di finanziamento, le spese ammissibili elencate dal soggetto proponente nel modello di presentazione della domanda (Allegato A) potranno essere modificate e/o rimodulate solo previa comunicazione e giustificazione delle modifiche stesse alla SFIRS, che si riserva di valutare l’ammissibilità e congruità delle modifiche presentate.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 

Le domande di accesso al Fondo possono essere presentate a partire dal 18/06/2013. 

I soggetti interessati presentano, a pena esclusione, la domanda in formato elettronico,

La stampa della stessa, sottoscritta dal titolare o legale rappresentante e completa della documentazione obbligatoria indicata in calce al modulo di domanda deve essere inviata, pena esclusione, entro i sette giorni 

successivi all’invio telematico, esclusivamente a mezzo raccomandata, posta celere con avviso di ricevimento o corriere con avviso di ricevimento, o posta certificata;

La SFIRS potrà comunque richiedere in sede di istruttoria ogni ulteriore documentazione e/o informazione dalla  stessa ritenuta necessaria ai fini dell’analisi dell’istanza di finanziamento. 

 

ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE 

La SFIRS registra in ordine cronologico le domande presentate in via telematica ed effettua l'istruttoria economico-finanziaria. 

In nessun caso è prevista la formazione di graduatorie dei progetti per l’assegnazione dei finanziamenti. 

 

EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO 

L’erogazione del finanziamento avverrà tramite bonifico bancario in un’unica soluzione successivamente alla stipula  del contratto.


← Ritorna indietro


INNOVA ENERGIA

INNOVA ENERGIA

FISCALITA'

CREDITO


Orario di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
Mar - Mer - Gio
15:30 - 17:30
Campagna adesione

Confesercenti INFORMA

Confesercenti informa 2017

CAAF Sicurezza fiscale
CESCOT
Fonter
Com Fidi
Consorzio Regionale Esercenti Sardi Fidi

Patronato ITACO