Confesercenti Sassari

PROGETTO INTEGRATO PER LA TUTELA ATTIVA DEI LOCALI STORICI DEL COMMERCIO: CENSIMENTO DEI NEGOZI STORICI IN SARDEGNA

20 giugno 2013

PROGETTO INTEGRATO PER LA TUTELA ATTIVA DEI LOCALI STORICI DEL COMMERCIO: CENSIMENTO DEI NEGOZI STORICI IN SARDEGNA

BANDO

ART. 1 - FINALITÀ
In attuazione dell'art. 1 comma 3 punti d), f) e comma 4 punto a) della L.R. 5/2006 “Disciplina generale delle attività commerciali” e secondo quanto previsto dalla Deliberazione G.R. 48/54 del 1 dicembre 2011 “Progetto integrato per la tutela attiva dei locali storici del commercio: censimento dei negozi storici in Sardegna”, la Regione Autonoma della Sardegna intende tutelare, promuovere, valorizzare e sostenere, i negozi storici presenti nel proprio territorio.
Quest’azione si propone di favorire la permanenza sul mercato di tutte le attività commerciali che possono considerarsi autentiche interpreti dei modelli di consumo e degli stili di vita delle nostre comunità.

ART. 2 – AMBITO DI APPLICAZIONE

Fermo restando quanto previsto ai successivi art. 4, 5 e 6, le disposizioni del presente bando si applicano alle seguenti categorie di attività:
 esercizi commerciali di vicinato di cui all’articolo 4, comma 2, della L.R. n. 5/2006 operanti sia nel settore alimentare che non alimentare;
 esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande.

ART. 3 – LIVELLI DI RICONOSCIMENTO

Secondo quanto previsto dalla Deliberazione G.R. 48/54 del 1 dicembre 2011 “Progetto integrato per la tutela attiva dei locali storici del commercio: censimento dei negozi storici in Sardegna” sono stabiliti i seguenti livelli di riconoscimento:
1. “Locale Storico”
2. “Attività Storica”
3. “Insegna Storica”

ART. 4 - REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DI “LOCALE STORICO”

Ai fini del riconoscimento di “Locale Storico” occorre possedere i seguenti requisiti:

1. svolgimento della medesima attività commerciale da almeno cinquanta anni anche non continuativi all'atto di presentazione della domanda;
2. ubicazione all'interno del centro storico o di un’area urbanistica di pregio caratterizzata dalla vicinanza a beni culturali o paesaggistici;
3. possedere almeno una delle caratteristiche di seguito specificate:
3.1 ubicazione all’interno di un edificio di pregio, sottoposto a vincolo dalla Sovraintendenza o comunque di riconosciuto interesse storico-architettonico;
3.2 presenza di opere d’arte e d’autore quali affreschi, collezioni di dipinti e simili;
3.3 attività e merceologia legata alla tradizione, al territorio, all’economia locale;
3.4 presenza di arredi, attrezzature, finiture, strumenti di lavoro o insegne originali, di particolare pregio o valore storico, artistico e culturale.
Il possesso dei 50 anni di svolgimento dell’attività dovrà essere dimostrato a cura dell’istante attraverso idonea certificazione rilasciata da organi competenti quali, per citare alcuni esempi: visura camerale, licenza dell’attività o altresì potrà essere dimostrata attraverso atti o documenti legali anche di carattere fiscale quali ad esempio ricevute fiscali, fatture ecc. o altra documentazione amministrativa. La mancanza della suddetta documentazione e la mancata dimostrazione dei 50 anni di attività comporterà l’esclusione della domanda e la inammissibilità della stessa per mancanza dei requisiti fondamentali per la realizzazione dell’istruttoria

ART. 5 - REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DI “ATTIVITÀ STORICA”

Costituisce requisito per il riconoscimento di “Attività Storica” lo svolgimento della medesima attività da almeno cinquanta anni anche non continuativi all'atto di presentazione della domanda.
Tale riconoscimento verrà pertanto conferito ai punti vendita che sebbene non presentino caratteristiche costruttive o decorative di particolare rilevanza, svolgono la propria attività commerciale da almeno 50 anni, anche non continuativi, con la conservazione della medesima insegna e/o nella stessa sede fisica o in sedi diverse, per la stessa classe merceologica, attestati dalla documentazione esistente presso la locale Camera di Commercio.
Il possesso dei 50 anni di svolgimento dell’attività dovrà essere dimostrato a cura dell’istante attraverso idonea certificazione rilasciata da organi competenti quali, per citare alcuni esempi: visura camerale, licenza dell’attività o altresì potrà essere dimostrata attraverso atti o documenti legali anche di carattere fiscale quali ad esempio ricevute fiscali, fatture ecc. o altra documentazione amministrativa. La mancanza della suddetta documentazione e la mancata dimostrazione dei 50 anni di attività comporterà l’esclusione della domanda e la inammissibilità della stessa per mancanza dei requisiti fondamentali per la realizzazione dell’istruttoria

ART. 6 - REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DI “INSEGNA STORICA”

Ai fini del riconoscimento di “Insegna Storica” occorre possedere i seguenti requisiti:

1. svolgimento di attività commerciale da almeno 50 anni anche non continuativi, all'atto di presentazione della domanda;
2. possedere almeno una delle caratteristiche di seguito specificate:
2.1. mantenimento della medesima insegna da almeno 50 anni all'atto di presentazione della domanda, anche se allo stato attuale con differente tabella merceologica;
2.2. punto vendita la cui insegna o impresa hanno ispirato o sono da tempo legati alla toponomastica locale.
Il possesso dei 50 anni di svolgimento dell’attività dovrà essere dimostrato a cura dell’istante attraverso idonea certificazione rilasciata da organi competenti quali, per citare alcuni esempi: visura camerale, licenza dell’attività o altresì potrà essere dimostrata attraverso atti o documenti legali anche di carattere fiscale quali ad esempio ricevute fiscali, fatture ecc. o altra documentazione amministrativa. La mancanza della suddetta documentazione e la mancata dimostrazione dei 50 anni di attività comporterà l’esclusione della domanda e la inammissibilità della stessa per mancanza dei requisiti fondamentali per la realizzazione dell’istruttoria

ART. 7 – ISTITUZIONE DELL'ELENCO REGIONALE DEI “NEGOZI STORICI

E’ istituito presso l' Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, l'Elenco Regionale dei “Negozi Storici”.
Il suddetto elenco avrà carattere pubblico e sarà utilizzato dalla Regione nelle forme e secondo le modalità ritenute di volta in volta idonee per perseguire gli obiettivi di rilancio e rivitalizzazione del settore (divulgazione via web anche attraverso i portali regionali, promozione e divulgazione dell’iniziativa su giornali, riviste specializzate nazionali ed estere, messa in rete dei “Negozi Storici” a livello regionale e interregionale, ecc), ivi comprese le azioni di sistema quali ad esempio l’inserimento dei “Negozi Storici” nelle iniziative e nei programmi di promozione turistica e culturale della Regione e la priorità di finanziamento nei programmi di intervento regionale.
L’iscrizione all'Elenco è volontaria, e le imprese potranno chiedere, in qualsiasi momento, la cancellazione, fatta salva la perdita delle agevolazioni/deroghe eventualmente ottenute per effetto dell’iscrizione.
È prevista la cancellazione d’ufficio dall'Elenco dei “Negozi Storici”, previa comunicazione all’interessato, per il venir meno dei requisiti che hanno determinato il riconoscimento.

ART. 8 – SEZIONI DELL'ELENCO

L'Elenco regionale dei “Negozi Storici” è articolato nelle seguenti tre sezioni, ciascuna delle quali sarà suddivisa in due sottosezioni con riferimento alla natura dell'attività:
 “Locale Storico”.
 “Attività Storica”
 “Insegna Storica”.
Qualora un locale abbia i requisiti per l'appartenenza a più sezioni, viene effettuata l'assegnazione in ciascuna sezione.

ART. 9 – ISCRIZIONE ALL'ELENCO

Le domande di iscrizione all'Elenco regionale dei “Negozi Storici” dovranno essere presentate dagli interessati, anche per il tramite delle associazioni di categoria, utilizzando l’apposita modulistica allegata al presente bando per costituirne parte integrante e sostanziale completa dei relativi allegati richiesti secondo le modalità del successivo art. 10.
Le suddette domande saranno esaminate dall'Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio che potrà avvalersi di esperti, delle Camere di Commercio e delle Confederazioni delle imprese commerciali per la verifica delle autocertificazioni rese dalle imprese. L'Assessorato si riserva di effettuare sopralluoghi direttamente o per il tramite degli enti su indicati.
Le attività che supereranno positivamente l’esame dell'Assessorato saranno iscritte all'Elenco e riceveranno successivamente l’attestazione e la targa a seconda del livello di riconoscimento ottenuto.
L'esito del censimento e l'Elenco dei Negozi storici verrà pubblicato sul sito della Regione Sardegna www.regione.sardegna.it.
Ai sensi del DPR 445/2000 e ss.mm.ii., le dichiarazioni rese e sottoscritte dal titolare hanno valore di autocertificazione: nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali previste dall’art.76 del DPR 445/2000.

ART. 10 – MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO

Le domande di partecipazione e i documenti allegati dovranno pervenire all’Assessorato del Turismo Artigianato e Commercio Associazioni Cagliari, viale Trieste 105 a partire dal 3/06/2013, e fino alle ore 12.00 del 30/09/2013, anche per il tramite delle associazioni di categoria.
Le domande potranno essere consegnate a mano e in tal caso farà fede il timbro di avvenuta ricezione apposto nell’ufficio Protocollo.
Non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre i termini stabiliti e non farà fede il timbro postale di partenza neanche nel caso di trasmissione tramite raccomandata.
Sul plico contenente la domanda e i documenti allegati va riportata la dicitura
“BANDO CENSIMENTO NEGOZI STORICI”
Le domande dovranno essere compilate esclusivamente utilizzando il modulo (Allegato 1) allegato al presente Bando, reperibile sul sito istituzionale della Regione www.regione.sardegna.it.
Per ulteriori chiarimenti rivolgersi all’URP dell'Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio o all’indirizzo tur.sviluppoofferta@regione.sardegna.it

Per ulteriori informazioni contattare la Confesercenti Provinciale di Sassari ai seguenti numeri: 079/2592041-2592051.


← Ritorna indietro


INNOVA ENERGIA

INNOVA ENERGIA

FISCALITA'

CREDITO


Orario di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
Mar - Mer - Gio
15:30 - 17:30
Campagna adesione

Confesercenti INFORMA

Confesercenti informa 2017

CAAF Sicurezza fiscale
CESCOT
Fonter
Com Fidi
Consorzio Regionale Esercenti Sardi Fidi

Patronato ITACO