Confesercenti Sassari

SICUREZZA A SASSARI: SBAGLIATO SOTTOVALUTARE IL TEMA

29 gennaio 2016

Confesercenti: crescono le denunce, giusta attenzione dei parlamentari

"I commercianti hanno ben chiaro che Sassari non è una città violenta ma non per questo si devono sottovalutare fatti e casi che il Sindaco definisce “isolati"." Così la Confesercenti provinciale di Sassari sulla interrogazione dei senatori sardi al ministro Alfano.

"Abbiamo più volte segnalato l’esigenza di una maggior sicurezza perché abbiamo subito anche silenziosamente episodi di arroganza, di vandalismo, di furti, fino a quelli più gravi. Allo stesso tempo riteniamo indispensabile dare ai cittadini quel senso di tranquillità che li inviti a frequentare il centro piuttosto che i grandi magazzini della periferia. A differenza delle certezze del Sindaco, ci sono zone poco frequentate dai cittadini, proprio per la mancanza assoluta di un ambiente in cui si respira sicurezza. Queste zone poco frequentate, frutto anche delle situazioni citate, già esistevano ma in questi ultimi anni hanno avuto un exploit negativo e oggi penalizzano maggiormente il comparto dei commercianti, già ridotto all’osso dalla crisi sempre più feroce e dall’avanzare dei grandi magazzini.

CONFESERCENTI è già intervenuta più volte nel dibattito sul tema della sicurezza anche nel recente passato. Lo ha fatto anche nella lunga discussione sulla ZTL, in cui chiedevamo che il presidio delle forze dell’ordine, in generale, fosse più presente per garantire una sorveglianza puntuale per tutelare i commercianti e i cittadini. Oggi alla luce di quanto accaduto nelle ultime settimane e rispetto anche ad alcune dichiarazioni rese dal Sindaco Nicola Sanna occorre riprendere il tema, per il quale per farsi un giudizio basta guardare le notizie odierne, che circondano il pezzo nel quale egli polemizza, un rosario di violenze, furti e incendi.

Ben venga, quindi, l’intervento che sollecita un incremento delle forze dell’ordine segnalato al ministro da parte della politica sarda a Roma. La presenza maggiore di forze dell’ordine servirebbe da deterrente e limiterebbe ancor più gli episodi violenti.

CONFESERCENTI trova che non sia un atteggiamento utile e nemmeno produttivo quello di nascondere i problemi dietro una difesa dell’immagine della città, così come ha fatto il Sindaco. I problemi non si risolvono dicendo che Sassari non è violenta, affermazione tra l’altro condivisa credo da tutti. In occasioni come questa più che la polemica e la convinzione di avere tutti i mezzi necessari per affrontare la situazione, sarebbe molto più utile la condivisione e l’azione sinergica delle istituzioni.

Non si tratta di disegnare l’immagine di una città violenta, quanto di aumentare la qualità della vita dei cittadini e dei commercianti, che chiedono a gran voce più tranquillità e maggiore sicurezza. Chiediamo al sindaco di concentrarsi sui problemi della città e non di altri territori, e in tema di sicurezza oltre a quelli citati, segnaliamo l’indecenza che devono subire i passeggeri in transito, presso la stazione??? dei pullman di via Padre Zirano. Un'altra situazione in cui sarebbe necessario un presidio “fisso” di forze dell’ordine, soprattutto nelle ore in cui il buio nasconde situazioni di disagio e di microcriminalità e che le persone in transito subiscono in silenzio non avendo nessun modo di contrastare individui a volte violenti che “stazionano” notte e giorno nelle vicinanze.

Tutto questo, in attesa del Centro intermodale di cui non abbiamo più notizie. CONFESERCENTI si rende ancora una volta disponibile per collaborare con l’Amministrazione, in modo propositivo per la ricerca di soluzioni efficaci a vantaggio di imprese e cittadini.

.


← Ritorna indietro


INNOVA ENERGIA

INNOVA ENERGIA

FISCALITA'

CREDITO


Orario di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
Mar - Mer - Gio
15:30 - 17:30
Campagna adesione

Confesercenti INFORMA

Confesercenti informa 2017

CAAF Sicurezza fiscale
CESCOT
Fonter
Com Fidi
Consorzio Regionale Esercenti Sardi Fidi

Patronato ITACO