Confesercenti Sassari

Notizie

  • AGGIORNAMENTO CORSO PER ADDETTO PRIMO SOCCORSO

    07 dicembre 2012

    Martedì 11 Dicembre 2012, nella sede della Confesercenti Sassari, in Via Bogino 25, dalle ore 15,00 alle ore 19,00 si terrà l'aggiornamento del corso per addetto al primo soccorso.

    Sono obbligati ad aggiornarsi tutti coloro che hanno fatto il corso negli anni 2008/2009.


  • LIBERA LA DOMENICA: PARTITA A SASSARI LA RACCOLTA DELLE FIRME

    05 dicembre 2012
    raccolta firme

    Partita anche a Sassari la raccolta delle firme dell'iniziativa "Libera la Domenica". Il primo banchetto è stato allestito in piazza d'Italia lunedì pomeriggio. In un paio d'ore si sono raccolte circa 200 firme  a significare quanto questo tema sia sentito dai cittadini di tutte le età. Erano presenti il Sindaco, Gianfranco Ganau e gli Assessori alle attività produttive Gianni Carbini ed alle culture Dolores Lai, l'Assessore alla viabilità Michele Azara e l'Assessore all'ambiente Monica Spanedda, che hanno provveduto a certificare la regolare raccolta delle firme, oltre al presidente della Confesercenti di Sassari Antonio Canu e al Direttore Gianni Simula.

    Il prossimo appuntamento è per giovedì 6 Dicembre di fronte al Duomo dove la raccolta è stata organizzata dal Circolo "Giuseppe Dossetti" dalle ore17,30 alle ore 19,30.


  • SASSARI: AL VIA LA RACCOLTA DI FIRME PER "LIBERA LA DOMENICA"

    01 dicembre 2012

    Il primo appuntamento per la raccolta di firme è per lunedì 3 dicembre in Piazza D'Italia dalle ore 16,00 alle ore 18,00.

    Troverete una postazione dove, chi vorrà, potrà apporre la propria firma a sostegno dell'iniziativa "LIBERA LA DOMENICA".


  • BANCO DI SARDEGNA: ANTICIPAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLA TREDICESIMA MENSILITA' 2012

    29 novembre 2012

    Comunichiamo che, anche per il corrente anno, il Banco di Sardegna, ha deliberato la concessione, in favore delle imprese aderenti alla nostra Associazione, di anticipazioni per il pagamento della "tredicesima mensilità" ai dipendenti.

    La concedibilità di dette facilitazioni è rimessa all'esclusivo giudizio del Banco, e saranno regolate come segue:

    • beneficiari: PMI industriali e del settore delle costruzioni, con non più di 300 addetti;
    • domande:; vanno presentate entro e non oltre il 15 dicembre 2012, tramite la nostra Associazione, con allegata copia dell'ultimo mod. "DM10" o di altro documento che certifichi il numero dei dipendenti;
    • importo massimo concedibile: € 1.300,00 per dipendente, con un massimo di € 390.000,00 per azienda;
    • tassi applicati: tassi fissi, suddivisi per classe di rating;
    • rimborso: 6 rate mensili consecutive e scadenti l'ultimo giorno del mese, con inizio il 31 gennaio 2013 e termine il 30 giugno 2013.
    • modalità di pagamento: esclusivamente mediante addebito in conto corrente. 

  • SASSARI: PARTE IL 3 DICEMBRE IL CORSO BARMAN 1° LIVELLO

    28 novembre 2012

    Il corso di barman 1° livello organizzato dalla Confesercenti provinciale di Sassari avrà come inizio il 03 Dicembre presso la sede di Via Bogino 25 a Sassari.
    Sono ancora disponibili 2 posti.

    La durata del corso sarà di 39 ore, dove si apprenderanno le varie tecniche di produzione e preparazione dei distillati, sperimentando la realizzazione di cocktails.

    Al termine i corsisti saranno valutati dai docenti e conseguiranno l’Attestato di partecipazione Confesercenti-F.I.B.

    Il corso sarà autofinanziato e a numero chiuso, ed è rivolto a tutti coloro che con curiosità vogliono avvicinarsi al mondo del bar ed intraprendere, eventualmente, una nuova ed interessante professione e a coloro che intendono migliorare la propria professionalità offrendo un servizio di alta qualità nel settore della somministrazione.

    Gli interessati potranno presentare la richiesta d’iscrizione compilando l’apposito modulo disponibile nella sede provinciale di Sassari in Via Bogino, 25.

     

     


  • LIBERA LA DOMENICA

    27 novembre 2012

    Lo scorso 7 novembre Confesercenti, con Federstrade ed il sostegno della Conferenza Episcopale Italiana, ha lanciato Liberaladomenica, una campagna di raccolta firme a sostegno di una legge di iniziativa popolare che riporti nell’ambito dei poteri delle Regioni le decisioni sulle aperture domenicali.

    Negli ultimi anni – ha spiegato in occasione del lancio il Presidente Provinciale Antonio Canu – il commercio ha perso 100mila imprese in ambito nazionale, di cui una buona percentuale in Sardegna. Nell’imminenza della presentazione del decreto “Salva Italia”, denunciavamo che le aperture domenicali non avrebbero aumentato né consumi né occupazione. I fatti ci hanno dato ragione: i consumi continuano a cadere e la disoccupazione è a livelli record. L’eccesso di liberalizzazioni ha avuto il solo effetto di penalizzare i piccoli e medi esercizi, aumentando i costi e distorcendo la competizione. Non vogliamo chiudere tutte le domeniche, ma restare aperti solo quando è necessario”.

    La concertazione fatta negli ultimi anni con l'amministrazione Comunale di Sassari, era la strada giusta, interrotta poi dal decreto “Salva Italia”.

    L’apertura domenicale deve essere eccezione, non regola.

    E’ necessaria una regolamentazione degli orari dei negozi, non una liberalizzazione sfrenata del commercio domenicale”.

    Il 13 novembre, il comitato dei Promotori ha depositato presso la Corte di Cassazione la proposta di legge di iniziativa popolare già pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Occorrono 50.000 firme, da raccogliere in un periodo di sei mesi.

    A breve verrà pubblicato l'elenco dei siti dove si potranno trovare i banchetti per la raccolta delle firme.


  • LICENZA VENDITA ALCOLICI

    20 novembre 2012

    Facciamo alcune precisazioni circa l’attualità della previsione di cui all’art.  29, comma 2, del Testo Unico delle accise, approvato con D. Lgs. 26.10.1995 n. 504, laddove stabilisce l'obbligatorietà della denuncia all'Ufficio dell'Agenzia delle dogane, competente per territorio, dell’esercizio di vendita di prodotti alcolici, finalizzata al rilascio di apposita licenza fiscale.

         La norma, che prevedeva, altresì, il pagamento di un diritto annuale per euro 33,57, poi soppresso per effetto dell’art. 21, comma 5, della legge 23 dicembre 1998, n. 448 - è effettivamente tuttora vigente: la violazione dell’obbligo comporta, fra l’altro, l’applicazione della sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da 3.000 a 30.000 euro.

        Quindi chiunque eserciti l’attività  di vendita(MARKET E SIMILI) e somministrazione (BAR, RISTORANTI ECC..) al pubblico di alimenti e bevande alcoliche, è obbligato a richiedere all'Ufficio Tecnico di Finanza, l'apposita licenza UTF. I possessori della vecchia utorizzazione sono tenuti a tenerla a disposizione delle autorità competenti che stanno effettuando i controlli.

        Allo stesso obbligo sono soggetti anche coloro che a vario titolo trattano prodotti contenenti alcol, come per esempio : tabaccherie, profumerie,  acconciatori, ecc.


  • IMPORTANTI NOVITA' IN MATERIA DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE ALCOOLICHE E TABACCHI

    15 novembre 2012
    La legge n. 189/2012 entrata in vigore lo scorso 11 novembre  introduce alcune importanti norme in tema di bevande alcoliche. Viene infatti definitamente introdotto il divieto di vendita di bevande alcoliche ai minori di 18 anni e viene sancito l’obbligo di richiesta da parte del venditore di un documento di identità,tranne che nel caso in cui la maggiore età sia manifesta.
    In caso di violazione della norma citata, è prevista una sanzione pecuniaria da 250 a 1.000 euro e, se il fatto è commesso più di una volta, la sanzione aumenta (da 500 a 2.000 euro) con la sospensione dell’attività per tre mesi.
    Per quanto riguarda la somministrazione, invece, tutto resta immutato applicandosi l’art. 689, comma 1, del codice penale, che prevede il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 16.
    Pertanto, i titolari di pubblici esercizi saranno tenuti al rispetto del limite della maggiore età solo nel caso di vendita di bevande alcoliche per asporto.
    Infine nella Legge di cui trattasi si prevede che  dal 1° gennaio 2013, entrerà in vigore il divieto di “vendita o somministrazione”
    dei prodotti del tabacco ai minori di 18 anni.

  • Incentivi a favore dell'occupazione giovanile e delle donne

    08 novembre 2012

    Agevolazioni per chi impiega a tempo indeterminato o a termine.

    Sono previsti incentivi da tremila a dodicimila euro.

    Istituito il Fondo per il finanziamento di interventi a favore dell'incremento, in termini quantitativi e qualitativi,dell'occupazione giovanile e delle donne, mediante il decreto interministeriale del 5 ottobre pubblicato diconcerto dal Ministero del Lavoro e da quello dell’Economia. Il decreto prevede un incentivo pari a 12.000 euro per chi stabilizza, entro il 31 marzo 2013 (ma l’ammissione segue l’ordine cronologico), rapporti di lavoro a termine, di collaborazione coordinata e continuativa, anche nella modalità di progetto, o di associazione in partecipazione con apporto di lavoro. Tali forme di stabilizzazione dovranno riferirsi a contratti di lavoro in essere ovvero cessati da non più di sei mesi e mediante la stipula di contratti a tempo indeterminato, anche a tempo parziale, purché di durata non inferiore alla metà dell’orario normale di lavoro.

    Sono, inoltre previsti incentivi per le assunzioni di giovani e donne a tempo determinato, la cui misura varia in relazione alla durata del rapporto di lavoro. In particolare il valore del contributo è stabilito nella misura di 3.000 euro per contratti di lavoro di durata non inferiore a 12 mesi; nella misura di 4.000 euro se la durata del contratto supera i 18 mesi e nella misura di 6.000 euro per i contratti aventi durata superiore a 24 mesi.

    Gli incentivi sono riconosciuti per i contratti stipulati con giovani di età inferiore ai 30 anni e con donne, indipendentemente dall’età anagrafica.

    Per usufruire dei benefici economici, i datori di lavoro dovranno presentare domanda all’INPS, la quale corrisponderà gli incentivi nei limiti delle risorse stanziate e in base all’ordine cronologico di ricevimento delle richieste in un’unica soluzione decorsi sei mesi dalle trasformazioni, stabilizzazioni o assunzioni a tempo determinato.

    Ogni datore di lavoro potrà trasformare o stabilizzare al massimo 10 lavoratori, potendo quindi arrivare a beneficiare fino a euro 120.000. Potranno godere di incentivi, per un massimo di 10 lavoratori, anche i datori di lavoro che assumeranno a tempo determinato giovani entro i 29 anni e donne, purché a incremento della base occupazionale degli ultimi 12 mesi.


  • VARIAZIONE ORARI APERTURA UFFICI

    31 ottobre 2012

    Si comunica che dal 5 Novembre 2012 gli uffici saranno aperti al pubblico tutte le mattine,

    dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 13,00

    e i pomeriggi di martedì - mercoledì e giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,00.




INNOVA ENERGIA

INNOVA ENERGIA

FISCALITA'

CREDITO


Orario di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
Mar - Mer - Gio
15:30 - 17:30
Campagna adesione

Confesercenti INFORMA

Confesercenti informa 2017

CAAF Sicurezza fiscale
CESCOT
Fonter
Com Fidi
Consorzio Regionale Esercenti Sardi Fidi

Patronato ITACO