Confesercenti Sassari

Notizie

  • SOSPENSIONE SCADENZE MUTUI PMI

    21 giugno 2012

    Con deliberazione n.25/21 del 12-06-2012 della Regione Sardegna,  sono state autorizzate le sospensioni delle scadenze dei mutui anche per le imprese del commercio e del turismo.

    Tramite l’adesione della Regione Sardegna, e in particolare dell’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, all’Accordo per ‘Nuove misure per il credito alle PMI’, sottoscritto dai ministeri dell’Economia e dello Sviluppo economico, dall’Abi e dalle associazioni imprenditoriali nello scorso febbraio, le piccole e medie imprese dei tre settori si avvantaggeranno di agevolazioni pubbliche, così da avere a disposizione adeguate risorse per investire e innovare pur in periodo di gravissima congiuntura economica.

    Tra le leggi che rientrano nelle agevolazioni ci sono anche la 40 del 1993, che riguarda interventi a favore dell’industria alberghiera (abbattimento tassi di interesse sui finanziamenti concessi dagli istituti di credito) e le legge la 9 del 2002 che prevede agevolazioni a favore di piccole e medie imprese del commercio e centri commerciali naturali. Inoltre, l’accordo si estende anche alle tre principali leggi regionali sull’artigianato: 51/93, 949/52 e 240/81, che prevedono agevolazioni e concessioni di contributi a piccole e medie imprese artigiane.

    L’accordo ‘Nuove misure per il credito alle PMI’ prevede la sospensione per 12 mesi della quota capitale delle rate del mutuo; la sospensione per 12 mesi della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing immobiliare e di 6 mesi per operazioni di leasing mobiliare; l’allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non oltre i 2 anni per i mutui chirografari e a 3 anni per quelli ipotecari; allungamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti per i quali si siano registrati insoluti di pagamento; allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione ex art.43 del testo unico bancario.


  • CANONE SPECIALE RAI: CHIARIMENTI

    20 giugno 2012

    In riferimento alle comunicazioni che diversi clienti stanno ricevendo in ordine al pagamento di quanto in oggetto, si riporta quanto indicato dalla normativa vigente, precisando che il canone non è dovuto per il semplice possesso di p.c.  anche dotato di collegamento internet.

    Cos’è e chi deve pagare

    Devono pagare il canone di abbonamento speciale coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell'ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto. R.D.L.21/02/1938 n.246 e D.L.Lt.21/12/1944 n.458

    VALIDITA'

    L'abbonamento speciale ha validità limitata all’indirizzo per cui è stipulato, indicato nel libretto di iscrizione; pertanto, chi detenga più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in sedi diverse dovrà stipulare un abbonamento per ciascuna di esse (è il caso, ad esempio, delle catene alberghiere, o delle filiali di banca).R.D.L.21/02/1938 n.246
    L'abbonamento speciale è strettamente personale: in caso di cessione degli apparecchi o di cessione o cessazione dell'attività, deve essere data disdetta dell'abbonamento alla RAI nei termini e con le modalità di seguito specificate. R.D.L.21/02/1938 n.246 e D.L.C.P.S.31/12/1947 n.1542 

     
    Con nota del 22 febbraio 2012 il Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni ha precisato cosa debba intendersi per “apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni” ai fini dell’insorgere dell’obbligo di pagare il canone di abbonamento radiotelevisivo ai sensi della normativa vigente (RDL 246/1938). 

    In sintesi, debbono ritenersi assoggettabili a canone tutte le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva.
    Ne consegue ad esempio che di per sé i personal computer, anche collegati in rete (digital signage o simili), se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone. 
    Per contro, un apparecchio originariamente munito di sintonizzatore -come tipicamente un televisore- rimane soggetto a canone anche se successivamente privato del sintonizzatore stesso (ad esempio perché lo si intende utilizzare solo per la visione di DVD). 

    Riportiamo di seguito la tabella – elaborata dal Ministero - dove si elencano, a titolo esemplificativo, gli apparecchi atti ed adattabili, soggetti al pagamento del canone TV, e gli apparecchi che non lo sono in quanto né atti né adattabili alla ricezione del segnale radiotelevisivo.


  • BANCO DI SARDEGNA: ANTICIPAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLA QUATTORDICESIMA MENSILITA' 2012

    07 giugno 2012

    Anche per il corrente anno, il Banco di Sardegna ha deliberato la concessione in favore delle imprese aderenti alla Confesercenti,di anticipazioni per il pagamento della quattordicesima mensilità ai dipendenti.

    Dette anticipazioni, delle quali non potranno godere imprese che già facilitate in passato con anticipazioni della specie, abbiano provveduto ai relativi rimborsi mensili con ritardi non giustificati e la cui concedibilità è rimessa all'esclusivo giudizio del Banco, saranno regolate come segue:

    BENEFICIARI: imprese con non più di 300 addetti 

    DOMANDE: da presentarsi entro il 15 giugno 2012, tramite l'Associazione, con allegato documento che  certifichi il numero dei dipendenti, vistato dall'Associazione;

    IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE: € 1.300,00 per dipendente, con un massimo di € 390.000,00 per azienda;

    TASSO: 8,5% annuo fisso;

    TASSO DI MORA: 2,00 punti in più del tasso di finanziamento, con il limite, in ogni caso, del tasso di soglia usurario previsto per tali finanziamenti e vigente al momento della stipula;

    RIMBORSO: 6 rate mensili consecutive e scadenti l'ultimo giorno del mese, con inizio il 31 luglio 2012 e termine il 31 dicembre 2012.

    SPESE ISTRUZIONE PRATICA: 0,30%, con un massimo di €1.000,00

     

     


  • La Confesercenti organizza corsi base di HACCP rivolti agli addetti all'autocontrollo alimentare

    04 maggio 2012

     

    Il corso di HACCP forma il personale addetto alla preparazione, manipolazione, trasformazione, fabbricazione, confezionamento, trasporto o vendita dei prodotti alimentari.

    Il percorso formativo si pone come obiettivo l'acquisizione delle competenze, insegnando a prevenire, a valutare, a porre rimedio ai rischi connessi alla somministrazione alimentare.

    Il corso avrà la durata di 12 ore, sarà autofinanziato e a numero chiuso.

    Al termine verrà rilasciato un attestato di frequenza.

    Per le iscrizioni ed ulteriori informazioni siamo disponibili a Sassari in Via Bogino, 25, Tel 079 254127- 079 2592041 oppure nella sede zonale di Ozieri

     


  • CONVENZIONE CONFESERCENTI - SABA ITALIA

    17 aprile 2012

    Saba Italia riconosce agli associati della Confesercenti Provinciale di Sassari uno sconto nell'acquisto di biglietti prepagati validi per l'utilizzo dei parcheggi Emiciclo Garibaldi e Piazza Fiume.

    I biglietti saranno utilizzabili per il 2012 e potranno essere acquistati al costo di € 1,00 da ogni singolo associato, a tranche di minimo 50 unità, validi 2 ore di sosta ognuno, presentando presso l'info point dell'Emiciclo Garibaldi apposita autorizzazione rilasciata dall'Associazione.

    I biglietti saranno validi per 6 mesi a partire dalla data di acquisto.


  • DISPONIBILITA' POSTI NEL CORSO DI SOMMINISTRAZIONE E VENDITA DI ALIMENTI E BEVANDE

    12 aprile 2012

    La CONFESERCENTI informa che lunedì 11 aprile è stato avviato il corso  di Somministrazione e vendita di alimenti e bevande, avrà la durata di 120 ore e terminerà venerdi 8 giugno. Il corso è autofinanziato e a numero chiuso. Fino al giorno lunedì 16 aprile è ancora possibile iscriversi, gli interessati devono  presentare entro tale data la richiesta di iscrizione compilando il modulo disponibile nelle sedi Confesercenti o scaricandolo dal sito cliccando nella sezione Formazione. Per tutte le informazioni contattare Cescot - Confesercenti Sassari via Bogino n. 25 - tel. 079.254127 oppure 079.2592041.


  • 8.800.00 euro per investimenti in turismo sostenibile e di elevata qualità

    30 marzo 2012

    Con riferimento al preannunciato bando dell’Assessorato regionale del Turismo per ‘Interventi materiali e immateriali per completare e migliorare l’offerta delle imprese turistiche’, su fondi POR FESR 2007/2013, è stato pubblicato l’avviso pubblico che potrete trovare al link

    http://www.regione.sardegna.it/j/v/28?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=29385

    L’avviso è rivolto a piccole e medie imprese del comparto ricettivo (albergo, villaggio albergo, albergo diffuso, albergo residenziale, villaggio turistico, campeggio, affittacamere, case e appartamenti per le vacanze, turismo rurale), che intendano realizzare interventi finalizzati alla riqualificazione dell’offerta, alla dotazione di servizi diversificati e attrattivi nell’ottica della destagionalizzazione, all’acquisizione dei sistemi di certificazioni di qualità e all’uso di modelli di consumo energetico fondati sulla sostenibilità ambientale.

    Nell’ambito degli investimenti per riqualificazione dell’offerta sono ammissibili le spese per ‘servizi annessi’, ossia strutture e impianti attraverso i quali viene migliorata la qualità del servizio offerto da una singola attività e che siano funzionalmente collegati alla struttura ricettiva (per esempio, centro congressi, strutture ricreative e per tempo libero, parchi divertimento, piscine, aree attrezzate per l’equitazione, noleggio, ricovero e manutenzione per bici, centri benessere, stabilimenti termali e per talassoterapia, centri per la valorizzazione dell’artigianato e della gastronomia locale e altri servizi); e le spese per ‘strutture complementari’, ossia gli stessi impianti e strutture per garantire i servizi appena citati, offerti,  da almeno tre strutture ricettive consorziate fra loro. 

    Il bando ‘Interventi materiali e immateriali per completare e migliorare l’offerta delle imprese turistiche’ ha una dotazione finanziaria di 8 milioni e 800 mila euro, di cui 8 milioni destinati a finanziare le attività ricettive e strutture complementari, 800 mila euro per servizi e reti per il turismo. Risorse subito disponibili per le imprese, con la possibilità di un incremento a seconda della risposta degli imprenditori all’avviso pubblico: la disponibilità complessiva, infatti, verrà definita dall’Amministrazione regionale con un successivo provvedimento).

    È previsto un contributo massimo in conto impianti per le PMI nei limiti del 35% delle spese ritenute ammissibili o, in alternativa, in regime ‘de minimis’ nella misura massima del 40% delle spese ammissibili, per un importo comunque non superiore ai 200mila euro. Per quanto riguarda il massimale degli investimenti ammissibili: per le attività ricettive, si va dai 300 mila euro del turismo rurale sino ai 2 milioni dell’albergo;  per le strutture complementari, che costituiscono un piano di intervento autonomo, l’investimento massimo è un milione; in entrambi i casi l’intervento minimo è centomila euro. Mentre, per ‘i servizi e reti per il turismo’, l’investimento massimo ammissibile è 200 mila euro, il minimo 50 mila.

     

     

     

      


  • CHIUDONO LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE, CHIUDE L'ITALIA

    23 marzo 2012
    MANIFESTO CONFESERCENTI NAZIONALE

    Il Governo mette a rischio il futuro delle nostre imprese...

    ma ha perso di vista che le imprese dei nostri settori...

    PRODUCONO

    Il 46% del PIL italiano

    il 54% dell'occupazione nel settore privato

    oltre 10 milioni di addetti.

    Negli ultimi 10 anni 1 milione di posti lavoro in più....

    VOGLIAMO CONTINUARE A DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO

    PER LA CRESCITA ECONOMICA DEL PAESE.


  • Tipico a tavola in versione fastfood con i prodotti della provincia di Sassari e le birre in abbinamento.

    08 marzo 2012
    Iniziativa Ozieri

    Venerdì 9 marzo nello spazio fieristico di San Nicola a Ozieri, vanno in mostra i prodotti tipici e locali della provincia di Sassari. L’iniziativa, promossa dalla Confesercenti Sassari- Gallura, mira a dare impulso alle nostre produzioni agroalimentari riproponendole in versione fastfood e veicolandole attraverso la commercializzazione nei canali della ristorazione frequentati da giovani e pendolari. L’apertura della giornata sarà dedicata alla presentazione dell’iniziativa e degli obiettivi che si ripropone, con l’intervento del presidente regionale di Confesercenti Marco Sulis, del presidente della Provincia di Sassari-Gallura Antonio Canu e del presidente della sede territoriale di Ozieri Marco Murgia.




INNOVA ENERGIA

INNOVA ENERGIA

FISCALITA'

CREDITO


Orario di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
Mar - Mer - Gio
15:30 - 17:30
Campagna adesione

Confesercenti INFORMA

Confesercenti informa 2017

CAAF Sicurezza fiscale
CESCOT
Fonter
Com Fidi
Consorzio Regionale Esercenti Sardi Fidi

Patronato ITACO